Semalt: blocca l'accesso al contenuto del tuo sito con meta tag e file Robots.txt

Jason Adler, il Customer Success Manager di Semalt , afferma che è possibile controllare ciò che viene condiviso con Bing, Yahoo e Google quando si proteggono i dati e non li si condividono su Internet. I dati che è necessario mantenere segreti includono informazioni di contatto, ID PayPal, dettagli della carta di credito, nomi utente e password. Dovresti bloccare questo tipo di informazioni dall'indicizzazione in Google e in altri motori di ricerca. Quando si tratta di bloccare gli URL del tuo sito, è possibile impedire a Google e ad altri motori di ricerca di eseguire la scansione di determinate pagine o articoli. Significa che quando le persone passano attraverso i risultati della ricerca, non vedranno e accederanno agli URL che sono stati bloccati. Inoltre, non saranno in grado di accedere al suo contenuto e puoi impedire la visualizzazione di molti articoli nei risultati di ricerca di Google. Ecco come bloccare l'accesso al contenuto del tuo sito Web:

Blocca l'indicizzazione della ricerca con meta tag: puoi facilmente bloccare la visualizzazione delle pagine nei motori di ricerca quando usi i meta tag non indicizzati sul codice HTML del tuo sito. Googlebot esegue la scansione delle pagine che non dispongono di questo meta tag e eliminerà le tue pagine specifiche dai risultati di ricerca a causa di esso. Lascia che ti diciamo che questo meta tag funzionerà solo quando il tuo file robots.txt non è stato modificato.

Blocca gli URL con i file robots.txt: il file Robots.txt si trova nella radice del tuo sito Web e indica la parte del tuo sito Web che non desideri indicizzare dai crawler e dagli spider dei motori di ricerca. Si avvale del Robots Exclusion Standard, che è un protocollo con una serie di comandi che indicano dove e come i web crawler accederanno al tuo sito. Robots.txt aiuta anche a impedire la visualizzazione delle immagini nei risultati di ricerca, ma non impedisce agli utenti di collegare il tuo sito alle proprie pagine. È necessario tenere presente le limitazioni e le restrizioni dei file robots.txt prima di modificarlo. Alcuni meccanismi assicurano che gli URL siano bloccati correttamente. Le istruzioni di robots.txt sono direttive, il che significa che non possono applicare il comportamento dei web crawler. Tutti i crawler interpretano la sintassi a modo loro e i file robots.txt non possono impedire i riferimenti al tuo link dagli altri siti Web. Google è bravo a seguire le direttive dei file robots.txt, ma potrebbe non essere possibile per il motore di ricerca indicizzare un sito Web bloccato a causa delle sue norme.

Disattivazione di Google Local e Proprietà di Google: puoi bloccare la visualizzazione dei tuoi contenuti su diverse proprietà di Google una volta che sono stati indicizzati. Ciò include Google Local, Google Flights, Google Shopping e Google Hotels. Quando si sceglie di annullare la visualizzazione in tutti questi punti vendita, i contenuti sottoposti a scansione non verranno elencati o aggiornati. Qualsiasi articolo visualizzato su una di queste piattaforme verrà rimosso entro 30 giorni dalla cancellazione.

Conclusione:

È importante nascondere ai visitatori i contenuti meno preziosi e utili. Se il tuo sito web ha argomenti simili in più punti, ciò potrebbe lasciare un'impressione negativa sui motori di ricerca e sui tuoi visitatori. Ecco perché dovresti nascondere tutte quelle pagine e non lasciare che i motori di ricerca le indicizzino. Sbarazzati del contenuto di terze parti. Devi sbarazzarti del contenuto di terze parti che non ha alcun valore per il tuo sito ad ogni costo. Non consentire a Google di vedere che stai condividendo contenuti di terze parti in quanto il motore di ricerca vedrà meno valore nel tuo sito in quel caso. Quando hai copiato contenuti da un gran numero di siti, Google potrebbe penalizzarti e puoi bloccare gli articoli duplicati per migliorare il tuo ranking di Google.